Come organizzare un Pauper Draft Tournament

Se vi piace giocare a Magic con gli amici per passare una serata diversa in casa senza spendere una lira e senza rischiare di annoiarvi perché il vostro amico ha appena speso un anno di risparmi per un mazzo imbattibile con cui non avete partita leggetevi immediatamente questo articolo perché grazie a un’idea del mio amico Luca abbiamo trasformato un Lunedì sera qualsiasi in una serata veramente divertente (per me che ho vinto) e come la definisce lui stesso (che gioooorno triiiste) visto che è stato mazzolato un pò da tutti con il mazzo che si era progettato.

Per prima cosa pensiamo ai preparativi. E’ meglio preparare il tutto il giorno prima per non rischiare di passare più tempo ad organizzare che a giocare in particolare se è la prima volta che organizzate una serata del genere.

La prima cosa da fare è prendere i vostri faldoni o le vostre scatole di scarpe piene di carte “Magic Munnezza” e recuperare tutte le terre BASE che avete ordinandole per tipo e mettendole da parte.

 

Sempre dagli scatoli contenenti le vostre carte scarto iniziate a recuperare tutte le carte comuni necessarie per il torneo senza stare il a fare calcoli di costo di mana o di “sinergia” fra loro lasciate che sia il caso il padrone delle vostre scelte. Tenete soltanto conto di questo. Le carte comuni sono quelle che hanno sulla destra l’edizione stampata in BIANCO. In base al numero di giocatori che avrete nel torneo dovrete selezionare in certo quantitativo di carte. Ogni giocatore infatti dovrà avere all’inizio del torneo l’equivalente di 3 bustine di Magic The Gathering contenenti ciascuna 15 carte. Inutile dirvi che ogni bustina per creare un torneo “equilibrato” negli stili di gioco dovrà contenere 3 carte per ogni colore di gioco se di un colore in particolare siete carenti di comuni fate “riempimento” con gli artefatti.

Servitevi poi di questo valido sito per generare il tabellone delle sfide lasciando sempre al caso la scelta delle coppie.

Software Onlin Per La Gestione Di Tornei Di Magic

Per evitare che gli esclusi del primo turno smoccolino è sempre bene prevedere quello che nel mondo del Rugby viene definito il cucchiaio di Legno, facendo sfidare i tre perdenti del primo turno tra di loro per vedere chi otterrà l’ambito premio del più scarso del torneo.

Nel nostro esempio avremo sei amici che parteciperanno al torneo per un totale di 270 carte comuni da recuperare 54 per ogni colore o come piace a me 50 per ogni colore e 20 artefatti. Se poi vi piacciono quei piccoli dettagli che rendono la cosa più divertente recuperata 18 bustine porta “biglietti da visita” le famose bustarelle con i soldini che ricevete se avete fatto i buoni a Natale e se la vostra famiglia non è troppo in bolletta, o se avete qualche amico con la patologia dell’accumulo usate pure le bustine di Magic da lui conservate (non lo dico tanto per dire noi siamo riusciti a fare cosi!).

Una volta che gli amici sono arrivati, che le birre sono state aperte e che un paio di queste sono state scolate fate pure accomodare tutti al tavolo da gioco e consegnate le tre buste a ogni giocatore, da adesso in poi il torneo seguirà la classica dinamica di un Draft Tournament.

[COME SI SVOLGERA IL TORNEO] I giocatori sono seduti allo stesso tavolo e ciascuno comincia con tre buste chiuse, ogni giocatore apre una busta e sceglie da essa la carte che preferisce (non puoi guardare le carte prese dagli altri giocatori). Quindi ogni giocatore passa il resto della busta alla propria sinistra. Prendi la busta che ti viene passata e selezioni da essa una carta, quindi la passi di nuovo a sinistra. Si continua così fino a quando tutte le carte sono state selezionate. Quindi ogni giocatore apre la seconda busta e ripete l’operazione, ma questa volta la passa a destra. Dopo che tutte le carte sono state prese, si apre la terza busta, si sceglie una carta e la si passa nuovamente a sinistra, continuando fino a esaurimento delle carte. Alla fine del draft, ogni giocatore ha quarantacinque carte e tutte le terre base che desidera, con le quali dovrà costruire il mazzo. Il mazzo deve essere composto da MINIMO 40 CARTE (terre comprese) Per realizzare il mazzo si hanno 20 min!

Consigli sul fare il mazzo

Non vi fossilizzate sui colori che usate sempre, questo è il momento migliore per provare e sopra tutto per osare qualcosa di diverso dal vostro solito stile di gioco. Cercate di recuperare dalle bustine carte che abbiano un qualche tipo di vantaggio, io ad esempio ho optato per creature “elusive” scegliendole tutte con volare o con attacco improvviso e cercando di mantenere il costo delle stesse basso (max 4). Non scordatevi di recuperare istantanei, stregonerie e incantesimi che facciano girare meglio il mazzo, io dopo un paio di giri di bustine ho notato che gli altri mollavano i colori blu e bianco, lasciandomi quindi la possibilità di montarmi un bel bicolore u/w controllo aggro, con creature come bianche con protezione dal rosso e attacco improvviso e creature blu con volare o che avevano una qualche abilità in scesa in campo del tipo (fa tornare una creatura in mano all’avversario) a completare l’opera qualche gioco di prestigio e controevocazione.

Non ricordo a memoria il mazzo ma era qualcosa del genere:

Deck Bianco Blu Pauper Draft